IO USO PRODOTTI CORTAL

22/03/2012

Az. Agr. Bavaresco Maurizio Pocenia e Az. Agr. Ortile di R.M.M Bagnaria Arsa - Udine

Da barista ad allevatore, la passione nasce per caso, ma conquista i migliori risultati.

Di successo anche la storia dei fratelli Maurizio, Mariano e Roberta Ortile che gestiscono la bellezza di 260 animali

Indispensabile il ruolo delle donne di famiglia, dall’appassionata Roberta fino alla grintosa Marcella.

 

Az. Agr. Bavaresco Maurizio Pocenia -UD

Maurizio Bavaresco ha dovuto iniziare a fare l’allevatore quando, nel 1989, perse suo padre a causa di un tragico incidente. Da gestore del bar del paese si è catapultato nel mondo zootecnico con tale determinazione da arrivare, oggi, a gestire circa 130 animali di cui 60 in mungitura. Tutto questo grazie anche alla sua voglia di mettersi in gioco che lo ha portato a seguire numerosi corsi tecnici e che tutt’ora lo spinge ad aggiornarsi continuamente sulle nuove tecnologie e scoperte scientifiche. Quando, nel 2003, costruisce la nuova stalla, il passaggio dalla stabulazione legata alla libera su cuccetta a paglia risolve i problemi agli arti, molto ricorrenti nei vecchi ricoveri. Grazie ad un attento controllo delle materie prime aziendali ed acquistate e ad una attenta gestione alimentare e ambientale, la produzione media si aggira sui 35-36 litri con 3.80 di grasso e 3.38 di proteina. Il gruppo di lattazione è unico e da qualche anno ha introdotto la terza mungitura. “ Il problema nella terza mungitura - dice Maurizio - è che quando cominci non puoi più tornare indietro...le vacche non te lo permettono! “ - questo a dimostrazione dell’effettivo aumento di benessere per le bovine che si traduce in maggiore produttività e qualità del latte. Una della fasi più seguite è quella della vitellaia. Lo svezzamento viene effettuato con FlyStart Cortal. Dopo lo svezzamento e fino ai 4 mesi le vitelle vengono stabulate in un box e alimentate sempre con FLyStart Cortal assieme all’unifeed delle vacche. Dopo i 4 mesi passano nel box delle asciutte fino a fecondazione. Maurizio preferisce ritardare la prima fecondazione anche di un mese per evitare parti nel pieno periodo estivo. Anche la fase di transizione gioca un ruolo importante. Per questo alla fine dell’asciutta le vacche vengono spostate in un box dedicato e la razione è addizionata con Gluconex Cortal, un mangime liquido energetico che viene dato anche in lattazione. Nei soggetti più grassi viene aggiunto dell’EPACOL Cortal, un prodotto che riduce l’ingrassamento del fegato. La perfetta gestione di queste fasi ha permesso a Maurizio di vendere 30 manze lo scorso anno. Maurizio è aiutato da un mungitore egiziano e dalla madre Lidia che segue la vitellaia. In parte alla stalla è presente un piccolo spaccio, gestito dalla moglie Marcella, dove vengono venduti i prodotti lattiero caseari del Cospalat F.V.G alla quale l’azienda è associata (vedi Box) assieme a molti altri prodotti tipici friulani.

 

Az. Agr. Ortile di R.M.M Bagnaria Arsa - UD

I fratelli Maurizio, Mariano e Roberta Ortile gestiscono i loro 260 animali in maniera eccellente. I capi in lattazione sono 110. La mungitura è seguita da Maurizio e dalla sorella Roberta che si occupa anche della vitellaia, aiutata dalla mamma Nicoletta. Maurizio segue anche l’alimentazione e le fecondazioni, mentre Mariano si dedica principalmente ai circa 50 ettari di terreno sufficienti ad auto approvvigionare l’azienda per la parte foraggera. Lo svezzamento avviene a 60 giorni con mangime FlyStart Cortal. Poi gli animali passano in un box esterno alla stalla fino ai 4 mesi alimentati a fieno e unifeed. In seguito vengono portati in un box interno alla stalla. La prima fecondazione è fatta a 12-13 mesi. Il gruppo di lattazione è unico. Per l’ultima fase di transizione (15-20 giorni) e per la prima di lattazione (40 giorni) la razione è addizionata con Gluconex Cortal per garantire un corretto apporto energetico. L’azienda è esente da IBR e rientra nel progetto di eradicazione della BVD. Il perseguimento della qualità del latte e della sanità animale assieme al continuo miglioramento genetico, volto anche alla longevità, ha permesso a questa azienda di garantire titoli ai massimi livelli e costanti nel tempo. Questi requisiti hanno permesso ai fratelli Ortile di rientrare nella stretta rosa delle aziende associate Cospalat il cui latte viene utilizzato per la produzione del Latte Omega 3 (vedi Box). I ragazzi Ortile sono orgogliosi del riconoscimento raggiunto. Per la produzione del Latte Omega 3 tutta la gestione dell’allevamento segue il Protocollo di Produzione predisposto da Cospalat. In questo protocollo vengono presi in oggetto caratteri relativi ad alimentazione, benessere animale, identificazione di origine, animali, alimenti e farmaci. Per quanto concerne l’alimentazione, nella razione della vacche è stato introdotto il lino estruso, formulando la razione in base a specifiche direttive dettate dal Protocollo, il tutto per ottenere un latte con livelli di omega 3 nei limiti di 0,32-1,53% (sul grasso totale). I rigidi controlli in questo senso vengono effettuati ogni 15 giorni. Tra le vacche in stalla ritroviamo una nostra conoscente, una figlia di Ombrone premiata alla passata edizione della fiera di Gemona del Friuli. Un animale di grande mole e struttura con picchi di produzione di 50 kg/giorno. Era doveroso, nella foto di gruppo, includere anche lei. La selezione dei fornitori è senz’altro uno dei punti cardine per l’immagine di prodotti commercializzati nei punti vendita Cospalat. Non a caso queste due aziende friulane sono clienti Cortal da molti anni. Seguite dal Dr Elvio Ulian e dal Dr Gianluca Zorzi, lavorano nel pieno rispetto di animali, ambiente e uomo. La loro volontà è che questo sforzo sia riconosciuto e che venga dato lustro ai prodotti di qualità quali il Latte Omega 3. Siamo certi che, grazie ad un accurato piano marketing e al mantenimento di elevati standard qualitativi, i risultati non tarderanno ad arrivare!


A cura della Dr.ssa Erika Mazzero
Ufficio tecnico Cortal extrasoy